Benevento, Baroni: “Sabato ci teniamo a far bene, è una partita che...

Benevento, Baroni: “Sabato ci teniamo a far bene, è una partita che ci condurrà all’inizio del campionato”

574
SHARE

baroni

Questo pomeriggio, prima di dirigersi sul manto erboso del centro sportivo di Paduli, il tecnico del Benevento, Marco Baroni, ha incontrato gli operatori dei media, con i quali ha fatto il punto della situazione relativo alla sua squadra, attesa dall’impegno in Tim Cup contro il Perugia, in programma sabato sera al “Ciro Vigorito”. Ecco le sue dichiarazioni: “Il caldo e la preparazione stanno inquinando il lavoro fatto, ma è fondamentale la vittoria perché subito dopo ci sarà la prima di campionato e dobbiamo arrivarci nei migliori dei modi. Ho guardato il Perugia e ci aspetta una partita molto complicata, è una squadra rinnovata, ma assolutamente da temere. In ritiro abbiamo svolto settimane davvero dure e mi aspetto subito dei segnali positivi. La partita quindi andrà interpretata nel modo giusto”.

Defezioni contro i grifoni - “Non ci sarà Chibsah, non è ancora al top e neppure Fabio Ceravolo che riprenderà a pieno ritmo con noi da lunedì. Dovrò valutare le condizioni di Viola che ha avuto una distorsione alla caviglia, oggi sta meglio e si allenerà con il gruppo. I ragazzi in uscita stanno continuando a lavorare a parte e subito dopo il mio intervento ho ritenuto giusto chiamarli e metterli al corrente della decisione che abbiamo preso con la società”. 

Nuova rosa che si sta formando - “Abbiamo costruito una squadra andando a prendere giocatori che hanno fatto benissimo in B e poi preso degli elementi con esperienza in A. Allo stato attuale manca ancora qualcosa e arriveranno altri elementi con esperienza in questa categoria. Ripetere l’inizio della scorsa stagione sarebbe qualcosa di straordinario”. 

Modulo di gioco - “Il 4-4-2 è un modulo che ci ha permesso di raggiungere la promozione, voglio una squadra che sarà sempre molto aggressiva e al di là dell’aspetto tecnico dobbiamo cercare di essere sempre sul pezzo dal punto di vista fisico”. 

Identikit della punta da acquistare - “Per noi non è un mercato facile, siamo una matricola e per questo motivo abbiamo deciso di prendere prima dei giovani importanti. Dobbiamo sbagliare poco perché quando si cambia molto non è semplice. Voglio una squadra che vuole misurarsi con questa categoria”. 

Possibili altri arrivi in difesa e a centrocampo - “In difesa stiamo bene così, in mezzo al campo potrebbe esserci qualche cambiamento. Se ovviamente dovesse arrivare qualcuno deve avere tanta esperienza e con tanta voglia di dimostrare ancora il suo valore”. 

Lavori allo stadio e fortino “Vigorito” da confermare - “Sia io che la squadra dobbiamo ringraziare tutte le persone che hanno svolto i lavori e in primis il nostro presidente per i tanti soldi investiti anche in questa circostanza. La nostra salvezza la dobbiamo costruire nel nostro stadio e così come accaduto in B dovrà essere il nostro fortino. Vederlo il giorno della finale stracolmo già da diverse ore prima è stato emozionante”.