Pastai Sanniti, l’arte artigiana e l’eccellenza della pasta

Pastai Sanniti, l’arte artigiana e l’eccellenza della pasta

1061
SHARE

copertinaSe è vero che “La vita è una combinazione di magia e pasta”, come citava il nostro Fellini, Pastai Sanniti ne è la perfetta sintesi:  una vita dedicata all’arte “magica” del fare la pasta.

Pastai Sanniti sono una realtà tutta nostrana: una tradizione familiare che si è tramandata e che si conferma ancora oggi. Stenditura manuale, la conoscenza della materia prima, il rapporto con gli agricoltori sanniti per la scelta dei grani. Certamente  una passione in primis.  Pasta, tradizione e qualità: “Pastai Sanniti” è una realtà in netta crescita sul nostro territorio e a raccontarlo è proprio il titolare, Sergio Rosiello:  “La nostra è una passione tramandata da tre generazioni di pastai , si,  sebbene Pastai Sanniti sia un marchio abbastanza giovane che nasce dall’ amore per il proprio territorio e da una forte identificazione con una terra incontaminata cosa ormai rara oggi. Il nostro intento è far sapere al mondo che il Sannio è una terra che ha tanto da offrire e che la produzione di pasta di qualità non ha una univoca collocazione sul territorio nazionale”.

Artigianato e gusto è un binomio importante e che, certamente,  vi distingue. Restare nel Sannio è stata una scelta coraggiosa o, effettivamente, gli artigiani della pasta possono conferirgli quel valore aggiunto?

“Sono due parole essenziali che contraddistinguono la nostra produzione; amiamo definirci artigiani della pasta. Siamo artigiani perché il nostro intervento nel processo produttivo è di fondamentale importanza, ad esempio gli impasti avvengono senza alcuno strumento meccanico, è la conoscenza della materia prima che ci guida nell’ ottenere il giusto impasto per ogni  formato, o ancora la stenditura manuale su telai che ci consente di controllare ogni singolo formato ed eventualmente ci fossero delle ammaccature di selezionarlo e scartarlo. Crediamo fermamente che ci sia un nesso tra passione, artigianalità e gusto e che nessun elemento possa essere messo da parte in questo connubio perfetto”.

“Pastai Sanniti” racchiude già nel nome arte del fare e territorio. E con l’export che rapporti avete?

“Come dicevamo prima, il nostro marchio è nato proprio come volontà di identificarci con un territorio, quello sannita, che ha tanta ricchezza in termini di eccellenze agroalimentari e l’ export ci dà grandi soddisfazioni in questo, ricordiamo ad esempio di essere stati riconosciuti da un critico gastronomico francese, Gaudry de L’ express,  molto apprezzato in un suo libro,  come tra le migliori paste artigianali italiane”.

 Ad oggi, tenendo presente la vostra storica tradizione nel settore, che risposta state ricevendo dal Sannio?

“Una cosa che vogliamo sottolineare è il numero sempre più crescente di agricoltori sanniti che affidano i loro pregiati grani a noi per la trasformazione in pasta, troviamo che questo tipo di collaborazioni possano anche in futuro far conoscere quanta ricchezza, qualità, passione e ottimi artigiani siano presenti nel Sannio”.

www.pastaisanniti.it