Viaggiare a Valencia, la terza città più grande della Spagna

Valencia, terza città più grande della Spagna, si trova sulla costa orientale della penisola iberica lungo il Mediterraneo. Mentre le città spagnole più grandi hanno un’atmosfera decisamente urbana e ad alta energia, questa città portuale ha un’atmosfera più rilassata e un impegno a celebrare le sue attrazioni naturali. Il vecchio incontra il nuovo qui, come si possono trovare i resti di una colonia romana del 100 a.C. e un’architettura ultramoderna.

Ogni anno a marzo, Valencia ospita il Festival delle Fallas, dove ogni quartiere mostra figure di cartapesta di tutte le dimensioni e colori per un’intera settimana. Alla fine della settimana, le “fallas” vengono cerimoniosamente bruciate e le comunità festeggiano fino a notte fonda. Tuttavia, marzo non è l’unico momento di festa a Valencia. Ogni sera, la città vibra di bar e locali notturni in ogni quartiere. Inoltre, è sede della famosa paella spagnola, di ceramiche intricate e di diverse scuole di musica di fama mondiale. Ecco alcune delle attrazioni da non perdere a Valencia.

Cattedrale di Valencia

Questa cattedrale esagonale e decorata è la più grande chiesa della città e risale al XIII secolo, anche se il suo completamento è durato quasi due secoli. Si tratta di una combinazione di diversi stili architettonici, e l’interno è decorato con molti dipinti del XV secolo. Di particolare rilievo è un calice nella collezione di questa cattedrale, che è stata difesa da molti come il vero e proprio Santo Graal. Che sia vero o no, il calice si è fatto un nome come calice papale ufficiale, più recentemente da papa Benedetto. Il calice del primo secolo fu donato dal re di Spagna nel 1438.

L’Oceanografic Aquarium

Questo punto culminante della città delle arti e delle scienze è un omaggio alla spettacolare vita mediterranea al largo della costa valenciana. È la più grande del suo genere in Europa, con oltre 11 milioni di litri d’acqua e 45 mila individui di 500 specie diverse. Questo include una massiccia area delfini, una vasca per squali e razze, e molto altro ancora in nove enormi torri sottomarine. L’acquario è diviso per regione geografica in dieci sezioni, che coprono tutto, dall’artico all’equatore, con particolare attenzione alla vita mediterranea locale.

La Lonja de la Seda

Costruita tra il 1482 e il 1533, La Lonja de la Seda era un tempo utilizzata per il commercio della seta (da cui il nome, la Borsa della Seta). L’edificio gotico in tre parti e l’annesso giardino arancione rimane oggi una delle principali attrazioni turistiche di Valencia. L’edificio centrale, la Sala de Contratacion, era utilizzata per la firma dei contratti e presenta ricche decorazioni con colonne a spirale. Un’ala laterale ospitava il tribunale dei mercanti e presenta un murale sul soffitto che era un’attrazione turistica per i reali. La seconda ala laterale contiene le celle di detenzione dei debitori condannati dal tribunale.

Mercato centrale di Valencia (Mercado Central)

Questo mercato pubblico è considerato uno dei più antichi mercati europei ancora in funzione. È aperto sei giorni su sette e chiuso la domenica. L’edificio modernista coperto che ospita il mercato è stato costruito nel 1914, e contiene una serie di belle vetrate e una sala per oltre 400 mercanti. Qui gli acquirenti possono trovare regali, souvenir e generi alimentari. Di particolare interesse sono gli annessi per i pesci e le frattaglie. Per coloro che vogliono solo godersi l’atmosfera, un grande bar di tapas si trova al centro del mercato in piena vista di molti dei negozi.

Città delle Arti e delle Scienze

Questa meraviglia architettonica moderna si trova alla fine del fiume Turia. Lungo l’acqua si trovano una serie di edifici futuristici e unici, tra cui il famoso Acquario Oceanografico. Essi includono anche L’hemisferic, che assomiglia a un occhio gigante che può aprire e chiudere, e contiene un planetario e teatro IMAX. Il museo delle scienze principali è un museo di storia naturale progettato per assomigliare allo scheletro di una balena. L’Agora è un’alta arena sportiva coperta, e il teatro dell’Opera di Palau ha quattro teatri, un tetto apribile e piattaforme mobili per collegare tra i piani. La città è collegata da una passeggiata paesaggistica con la vegetazione autoctona di Valencia e da un bellissimo ponte sospeso.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *